Letta 2832 volte 3 aprile 2006 alle 04.42 di netquik Fonte: eweek.com
Eolas su Modifica ActiveX di IE
LINK:
Eolas Technologies ha dichiarato che la decisione di Microsoft di modificare il comportamento del suo browser Internet Explorer relativamente alla gestione dei controlli ActiveX, a discapito della esperienza degli utenti è "assurda" e "vergognosa".

 Modifica IE ActiveX: Ancora 2 Mesi  -  Presto la Modifica ActiveX in IE 

Eolas su Modifica ActiveX di IELa battaglia legale tra le due aziende era iniziata nel lontano 1999 quando Eolas aveva citato in giudizio Microsoft per una presunta violazione del suo brevetto sui sistemi di integrazione automatica di software interattivi esterni nei browsers. La difesa di Microsoft, ma di fatto dell'intero consorzio W3C, schierato dalla parte del colosso, si era basata sulla presunta invalidità del brevetto dovuta all'esistenza di "prove di anteriorità", cioè prove del fatto che questa tecnologia fosse stata implementata prima del deposito del suddetto brevetto da parte di Eolas.

L'U.S. Patent and Trademark Office aveva però confermato la validità del brevetto n° 5.838.906, conosciuto come "brevetto 906", e la questione è stata affidata ad un tribunale distrettuale, che dovrà nuovamente pronunciarsi sulla vicenda.

In reazione alle news sul prossimo aggiornamento cumulativo di protezione per IE che integrerà la modifica ActiveX nel browser, Mark Swords, Eolas Chief Operating Officer, aveva proposto al software maker di acquistare una licenza di brevetto invece di rischiare di generare problemi agli utenti. Dopo aver installato questo aggiornamento, non è possibile interagire con i controlli ActiveX da certe pagine Web fino a quando tali controlli non vengono attivati facendo clic manualmente sul controllo stesso. Tra i programmi che utilizzano i controlli ActiveX vi sono: Adobe Reader, Apple QuickTime Player, Macromedia Flash, Windows Media Player, Real Networks, RealPlayer, Sun Java Virtual Machine. Il nuovo comportamento si può già notare nell’ultima build del nuovo Internet Explorer 7. Microsoft incoraggia i Web developers a correggere il codice delle loro pagine Web per evitare che gli utenti siano costretti ad eseguire i clic extra e ha rilascaito un white paper dedicato. Anche Apple Computer e Adobe Systems hanno pubblicato sui loro rispettivi siti web le linee guida per i developers: Adobe - Apple

In una intervista, Swords ha rifiutato di parlare della causa in corso ma ha sottolineato che Eolas è disposta a negoziare un accordo che permetta a Microsoft di usare in licenza la sua tecnologia. Swords commenta: "Microsoft è apparentemente dell'opinione che questa [modifica di IE] possa aiutarla nella causa legale. Non posso dire in dettaglio se questo sia vero o no. La nostra posizione rimane la stessa. Siamo pronti a discutere ragionevolmente sulla licenza per la tecnologia". Secondo Eolas le modifiche a IE apportate da Microsoft, che di fatto vanno a rompere il sistema in cui i contenuti multimediali di online advertising e streaming vengono distribuiti in Internet, è un inconveniente che gli utenti potevano evitare. "Ho visto la reazione dei media e di tutti, la modifica va a rovinare la user experience. Se questo è vero, è assurdo e una vergogna. Probabilmente genererà numerose lamentele".

Swords ci tiene a ribadire inoltre che le modifiche a IE non sono il frutto di una sentenza legale, come erroneamente pensato da alcuni. "Non c’è alcuna decisone della corte che forza Microsoft a fare nulla. Tutto quello che si sta facendo è una scelta di Microsoft stessa”. Microsoft da parte sua ha deciso di concedere ai developer altri due mesi di tempo per modificare le loro pagine ed assicurarsi una transizione non traumatica. Sebbene la maggior parte delle aziende sia già pronta per l'aggiornamento alcuni clienti enterprise hanno richiesto espressamente al colosso un’estensione del termine. Insieme al download del prossimo aggiornamento di protezione Microsoft rilascerà anche una “compatibility patch” (hotfix) che consentirà di ripristinare il comportamento attuale di ActiveX. Un nuovo aggiornamento fissato per Giugno imposterà definitivamente le modifiche.
 non ci sono commenti alla news nel forum
username:   password:
oppure con Log in with FacebookLog In with Google
   ricordami
non fai parte della community?
 Esegui l'accesso per commentare questa notizia nel forum 
 
 ONLINE
OSPITI 4
UTENTI 0
VISITE OGGI
218
 VISITE TOTALI
6.009.380
login
username:
password:
oppure con Log in with FacebookLog In with Google
ricordami
Non fai parte della community?
Web Hosting
Creative Commons License Valid CSS!Valid HTML 4.01 Transitional
 
NEWS - TRUCCHI - DOWNLOAD - ARTICOLI - SITO - DISCLAIMER
X