Letta 3557 volte 31 maggio 2006 alle 17.57 di netquik Fonte: slyck.com
ThePirateBay.org Sotto Sequestro
LINK:
ThePirateBay.org Sotto SequestroCome segnala Slick.com, ThePirateBay.org, sito e tracker di riferimento della comunità di file-sharing BitTorrent, è attualmente sotto sequestro. Il sito, che finora aveva goduto di una immunità fuori dal comune per il mondo del file-sharing, dovuta alle leggi liberali vigenti in Svezia, è stato per alcune ore irraggiungibile e ora mostra un comunicato di Rix|Port80, IP-transit operator svedese che ospitava i datacenter di TPB.

ThePirateBay.org aveva colmato negli ultimi mesi il vuoto lasciato da SuprNova.org, altra enorme community dedicata allo scambio di file P2P, che aveva chiuso i battenti mesi fa sotto la pressione dell'industria dell'intrattenimento a Dicembre 2004. Finora questa stessa pressione era stata inefficace nei confronti di ThePirateBay, che addirittura manteneva un sezione del sito in cui erano riportare tutte le lettere e e-mail "intimidatorie", con relative esilaranti risposte del team svedese.

links e news MPAA e BitTorrent Contro i Pirati   -  P2P: Torna SuprNova "New" 

Quando però questo tipo di pressione politica e legale fallisce, normalmente il passo successivo è l'uso della forza. Secondo quanto riporta Slick.com, ThePirateBay.org sta subendo attualmente il raid delle forze dell'ordine svedesi. Un portavoce di ThePirateBay afferma: "La polizia sta sequestrando tutti i server per verificare eventuali attività illegali (non vi è ancora certezza)". Il sequestro dell'intera server farm di TPB significa che il tracker BitTorrent sarà off-line almeno fino alla conclusione dell'indagine. Rimane ancora da vedere se ThePirateBay rimarrà chiuso per sempre: "Non siamo sicuri di quando potremo ritornare, ma ci sposteremo in un altro paese se necessario", commenta il portavoce di TPB.

La prematura dipartita di ThePirateBay.org segna un brutto colpo per l'intera comunità BitTorrent. Non è chiaro se dietro il raid delle forze dell'ordine si celi una particolare nome dell'industria dell'intrattenimento (Motion Picture Association of America?), ma sembra scontato che se ThePirateBay non verrà bloccato definitivamente, questo intervento oppressivo causerà in futuro un inasprimento dello spirito di insubordinazione tipico di questa grande comunità.

Su http://www.piratpartiet.se, sito web di The Pirate Party, organizzazione nata a supporto del libero scambio di materiale coperto da diritti d'autore, attualmente intasato dal alto traffico di curiosi (nuova home blog), è riportato un comunicato stampa in svedese, in cui viene evidenziato tra l'altro che due operatori di ThePirateBay sono attualmente in stato di fermo e che per l'operazione sono stati impiegati circa 50 poliziotti. Inoltre pare che il sequestro abbia coinvolto anche i server di Piratbyrån (Pirate Bureau), organizzazione educativa e quasi-politica che svolge un ruolo parallelo a quello del The Pirate Party. Nel comunicato si critica infine il sequestro preventivo dei server (e il blocco dell'attività del sito) prima dell'accertamento dell'avvenuta attività criminale.

In questo momento la homepage ThePirateBay.org (anch'essa intasata) è di nuovo online e mostra un comunicato che fa il punto della situazione senza entrare per ora nel dettaglio: "La Swedish National Criminal Police ha mostrato al personale Rix|Port80 un mandato di perquisizione, valido per tutti i datacenter di Rix|Port80 e diretto a The Pirate Bay. Il capo d'accusa è la violazione e in concorso in violazione delle leggi di copy-right. La polizia ha avuto accesso a tutti i server ... inclusi quelli relativi al sito non commerciale Piratbyrån, la cui missione è quella di difendere i diritti di TPB in pubblico dibattito… secondo gli ufficiali di polizia lo scopo del mandato è quello di mettere off-line TPB per accertarsi dell'evidenza delle accuse". Il comunicato conclude affermando: "TPB potrà richiedere un risarcimento dei danni dallo Stato svedese nel caso l'imminente processo legale dimostrerà la legittimità del servizio".
 Mostra 1 commento alla news nel forum
username:   password:
oppure con Log in with FacebookLog In with Google
   ricordami
non fai parte della community?
 Esegui l'accesso per commentare questa notizia nel forum 
 
 ONLINE
OSPITI 1
UTENTI 0
VISITE OGGI
13
 VISITE TOTALI
6.030.998
login
username:
password:
oppure con Log in with FacebookLog In with Google
ricordami
Non fai parte della community?
Web Hosting
Creative Commons License Valid CSS!Valid HTML 4.01 Transitional
 
NEWS - TRUCCHI - DOWNLOAD - ARTICOLI - SITO - DISCLAIMER
X