Letta 2615 volte 18 agosto 2006 alle 06.31 di netquik Fonte: techcrunch.com
Live Drive e il Blog-Post Fantasma
LINK:
Live Drive e il Blog-Post Fantasma
In rete sono emersi nuovi dettagli su Windows Live Drive, il prossimo vociferato servizio di file hosting di Microsoft, che potrebbe ormai essere vicino al debutto pubblico. Secondo le nuove informazioni, il team di sviluppo interno Live Drive è stato creato verso la fine dell'anno scorso. Tuttavia la novità più interessante richiede una spiegazione più accurata. Stuart Padley, uno dei developer Microsoft che sta lavorando sul progetto, mantiene un blog su MSDN.

links e news Windows Live Storage e Live Drive  -  Windows Live Drive: HD Virtuale 

Lo sviluppatore non aggiorna spesso il suo weblog (l'ultimo post risale ad Ottobre 2005). Domenica scorsa Padley ha scritto un post dal titolo "Working on Live Drive?" in cui affermava di essere stato invitato dall'assistente tecnico di Ray Ozzie, Kartik, ad unirsi ad un piccolo team di "renegade hardcore architect/developer/test types" per lavorare su Windows Live Drive. Questo post, che conteneva anche altre informazioni, a questo punto ufficiali, su Live Drive, è stato prontamente rimosso dal weblog, senza tuttavia riuscire a passare inosservato. L'URL originale dell'articolo non è più raggiungibile, tuttavia il testo del post è stato salvato da Bloglines ed è ancora consultabile. Oltre a parlare del team di sviluppo, Padley ha evidenziato e commentato le notizie riguardo Live Drive disponibili attualmente in rete. Lo sviluppatore ha quotato la descrizione del servizio fatte da Wikipedia e da Fortune Magazine, affermando che "nessuna di queste descrizioni è corretta" ma che entrambe contengono "elementi di verità". Secondo Wikipedia: "Windows Live Drive è un prossimo servizio di file hosting che farà parte del range di servizi Windows Live. Si pensa che possa essere simile al servizio GDrive di Google. Non è chiaro al momento se Windows Live Drive integrerà FolderShare o no". Secondo Fortune Magazine: "Microsoft sta progettando di usare i suoi server per offrire a tutti un enorme quantità di online storage per dati digitali … Con Live Drive, tutte le informazioni (musica, film, dati finanziari, videoconferenze, qualsiasi cosa) potranno essere accessibili da qualsiasi posto e dispositivo".

Probabilmente, da quanto emerge dalle parole di Padley, l'obiettivo di Live Drive sarà quello di "permettere agli home user di salvare e condividere i loro ricordi in modo affidabile e senza soluzione di continuità". Lo sviluppatore concludeva il suo articolo affermando di voler focalizzare il blog su Live Drive, e promettendo di rispondere presto ad alcune delle domande più popolari riguardo il progetto. Il sito TechCrunch che ha riportato l'intera vicenda ha contattato in merito via e-mail un PR di Microsoft che ha risposto lapidario: "Windows Live è un set di servizi costruiti introno alle persone. Il nostro obiettivo principale è quello di riunire i mondi dei nostri clienti in modo da offrirgli accesso alle persone ed alle informazioni che desiderano in ogni momento e luogo e attraverso qualsiasi periferica. Stiamo già facendo grandi investimenti con i nostri servizi negli scenari di roaming, così come negli scenari di ricerca e condivisione tra PC e dispositivi. con offerte tipo Cartelle Condivise in Messenger e sincronizzazione file e cartelle con l'acquisizione di FolderShare. Continueremo ad investire in servizi che consentiranno accesso da qualsiasi posto e in qualsiasi momento e Live Drive è il nome in codice per un progetto in questo settore. Non abbiamo altri dettagli da annunciare al momento". Resta da capire il motivo che ha indotto Microsoft a rimuovere il post di Padley che non svelava (apparentemente) nessun particolare sul progetto.

Secondo le ultime indiscrezioni, che abbiamo segnalato in una news a Luglio scorso, Live Drive offrirà capacità simili al servizio "FolderShare". Il servizio offrirà accesso a file da un computer remoto, ma richiederà una connessione internet attiva tra i computer. Secondo quanto trapelato Windows Live Search (la versione desktop) sarà in grado di effettuare ricerche tra questi file, offrendo accesso remoto e capacità di ricerca ma non funzionalità storage "in the cloud". Questa funzionalità, a quanto pare, sarà offerta da un altro progetto, che forse prenderà il nome di SkyDrive, e che consentirà agli utenti di sfruttare parte dello spazio disponibile per le e-mail di Windows Live (2 giga) per le mansioni di accesso e storage. Questo tipo di servizio sarà probabilmente più simile all'offerta Google GDrive (detto "Platypus") rispetto alle funzionalità che tuttora sembra destinato ad offrire Live Drive.
 non ci sono commenti alla news nel forum
username:   password:
oppure con Log in with FacebookLog In with Google
   ricordami
non fai parte della community?
 Esegui l'accesso per commentare questa notizia nel forum 
 
 ONLINE
OSPITI 9
UTENTI 0
VISITE OGGI
161
 VISITE TOTALI
5.750.222
login
username:
password:
oppure con Log in with FacebookLog In with Google
ricordami
Non fai parte della community?
Web Hosting
Creative Commons License Valid CSS!Valid HTML 4.01 Transitional
 
NEWS - TRUCCHI - DOWNLOAD - ARTICOLI - SITO - DISCLAIMER
X